Arancia, Dolci, limone, mele, Olio di riso

TORTA DI MELE SOFFICE

Una sfida per la sottoscritta, non mi è neanche mai venuta bene con la ricetta classica, ma ho voluto insistere perchè è uno dei pochi dolci che mio figlio mangia e ce l’ho fatta!!! Altrimenti non la pubblicherei ovvio ^_^
Ho il vizio di non cercare mai le ricette e cucinare è il pretesto per fare prove, questa è l’ennesima perchè in chissà quanti hanno una ricetta di torta alle mele strepitosa.
Ovviamente anche in questo caso non è tanto la ricetta anche se importante, ma i dettagli nel procedimento, ma facciamo i pratici e passiamo alla ricetta.

TORTA DI MELE CLASSICA SOFFICE

Ingredienti

  • 300 gr di farina di grano tipo 2 (semintegrale)
  • 1 bustina di lievito (o cremor tartaro+un cucchiano di bicarbonato)
  • 130 gr di zucchero di canna (piu’ un cucchiaio per le mele e un cucchiaio per il gel)
  • 220 ml di liquido fra succo di un’arancia e la differenza in acqua
  • un cucchiaio scarso di lecitina di soia
  • 50 ml di olio di oliva o di riso
  • Una punta di pasta di vaniglia
  • Un limone
  • 4 mele golden di media grandezza
  • un cucchiaio scarso di confettura di albicocche o pesche
  • 1/3 di cucchiaino di agar agar (optional)
  • 100 ml di acqua (optional)

Preparazione

1- Sbucciate e tagliate a tocchetti e finemente 3 mele e irrorate con del succo di limone, sporcate con un cucchiaio di zucchero rigirate e lasciate riposare fino all’uso.
La quarta mela va affettata finemente per il lungo (vedi foto), irrorata di succo di limone e sporcata con la confettura.
La quarta mela andrà completamente sulla superficie della torta, disposte a raggiera come vedete in foto.
2- Preriscaldate il forno statico a 180°.
3- Nel vaso del frullatore ad immersione mettete il succo di un’arancia, l’acqua e la lecitina, lasciate riposare 10 minuti e frullate in modo da far sciogliere perfettamente la lecitina.
La lecitina di soia mi serve per legare di piu’ il composto, ma a mio parere se non l’avete e dovete comprarla di proposito potete farla senza. Sono piccoli dettagli che a volte portano alla semiperfezione ecco ^_^
4- Aggiungete al liquido lo zucchero, l’olio e la vaniglia e rigirate in modo da fare sciogliere.
5- A parte setacciate la farina il lievito oppure come me una bustina di cremor tartaro e un cucchiaino di bicarbonato. Aggiungete poi un pizzico di sale e la buccia di mezzo limone.
Io uso sempre la farina tipo 2 perché trovo sia il giusto compromesso fra integrità del prodotto e leggerezza per conferire sofficità, totalmente integrale appesantisce, con la 00 sarà ancora piu’ soffice, nessuno impedisce di usare farine diverse dalle mie, ovviamente il risultato potrebbe variare.
Se si usa il cremor tartaro+ bicarbonato aggiungiamo un po’ di succo di limone o aceto di mele ai liquidi che con il succo di arancia, reagirà come un lievito classico.
6- Riprendiamo il succo di arancia con acqua, vaniglia, olio e zucchero.
7- Riprendiamo anche le mele che andranno all’interno della torta e sporchiamole con un cucchiaio scarso di farina rigirandole.
8- Prepariamo una tortiera di 20 cm di diametro con della carta forno sul fondo.
La teglia è abbastanza piccola perché vogliamo una torta alta, se volete una torta più grande potreste aumentare in proporzione le dosi e la grandezza della teglia come anche i tempi di cottura, ma in tal caso diverse non garantisco.
9-Possiamo assemblare: uniamo i solidi e i liquidi velocemente con una frusta, ottenuto un impasto il piu’ possibile omogeneo versiamo dentro le mele rigirandolo velocemente.
Versiamo il composto nella teglia, livelliamo picchiando leggermente la teglia e finiamo disponendo le fette di mela sporcate di confettura a raggiera cercando di farle sovrapporre.
Il forno sarà già caldo, cuocete per 45 minuti.
Attendete che si raffreddi con la porta del forno semiaperta.
10- Optionale il gel che lucida la torta che a me piace. Se non avete intenzione di farlo magari prima di infornare la torta spolverizzate la superficie con un po’ di zucchero di canna.
In un pentolino ho messo un cucchiaio di zucchero e 1/3 di cucchiaino di agar agar, 100 ml di acqua e portato a bollore.
Sfornata la torta ancora tiepida, l’ho spennellata con il gel e ho lasciato raffreddare prima di consumare.
(non è vero era ancora tiepida non abbiamo resistito ma a voi devo dire di far la cosa giusta 😛 )


Il piu’ classico dei classici, non abbiamo inventato niente ma condivisione è la parola d’ordine.
Buona torta.

 

inviaci un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*