latte di soia, Primi, Spinaci

Gnudi agli spinaci

Un altro classico della cucina regionale versione 100% vegetale, qui condito con il pomodoro, sapore piu’ classico ma che ho proposto in una chiave piu’ “saporosa” con una crema vegformaggiosa affumicata.
Ma diamo la ricetta degli gnudi poi condimento personale, se avete bambini provate con il pomodoro o olio e salvia per cominciare.

GNUDI AGLI SPINACI CON SALSA DI POMODORO (4/6 persone)

Ingredienti:
Gnudi
– 250 gr di ricotta di soia
– 350 gr di spinaci
– 120 gr di pane in cassetta
– 100 gr di farina di grano tenero
– noce moscata q.b
– 1 cucchiaio abbondante di lievito alimentare in scaglie
– erba cipollina
– aglio
– olio evo
– sale q.b.

Condimento:
Salsa di pomodoro
– salsa di pomodoro
– uno spicchio di aglio
– olio evo
– sale q.b.
– basilico fresco

oppure:
Olio e salvia
– olio evo
– foglie di salvia
– parma veg

Procedimento:
1-preparate con anticipo la ricotta di soia, la ricetta la trovate nel blog come “ricotta al rosmarino”, a noi serve semplice senza nessun aroma, quindi latte di soia, limone e lasciata riposare almeno 2 giorni in frigorifero affinché rassodi e disperda i liquidi.
2-cuocete gli spinaci in padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio (che toglieremo a fine cottura), se usate spinaci freschi tenete sul fuoco giusto il tempo di ridurli e asciugarli, se congelati il tempo di scongelarli e cuocerli leggermente, circa 20 minuti a fuoco dolce. Salate.
3-Tritate in un tritatutto il pane in cassetta, il lievito alimentare in scaglie, una punta di aglio (tagliata finemente con anticipo e a coltello) dell’erba cipollina, una spolverata di noce moscata e aggiustate di sale.
4-Schiacciate la ricotta con una forchetta, unire il mixer di pane con gli aromi e mischiate il tutto sempre con l’uso della forchetta.


5-Aggiungere gli spinaci ben asciutti e tagliati a coltello finemente, ma senza che diventino una crema.


6-Aggiungete la farina.
7- Il composto a questo punto dovrebbe essere facilmente lavorabile, la lavorabilità dipende molto dal contenuto in acqua degli spinaci, per questo necessario farli asciugare il più possibile e farli raffreddare così che anche il vapore disperso riduca l’umidità.
Importante che il composto NON sia cremoso e troppo fine, per questo importante tagliare gli spinaci al coltello e non con un cutter.
Qualora il composto fosse troppo appiccicoso e eccessivamente morbido aggiungete dell’altra farina.
5-Preparate un vassoio con della farina, e un piccolo contenitore con dell’olio evo che userete per ungervi le mani per formare delle noci con il composto di circa un paio di cm. di diametro, il tutto fino ad esaurimento dell’impasto.
6-Lasciate riposare in frigorifero almeno un paio di ore oppure fate congelare separatamente sul vassoio in freezer per poi spostarli in un sacchetto gelo dopo circa 5/6 ore cosi’ che da congelati non si attacchino l’un l’altro, stesso procedimento che si usa per gli gnocchi classici o i ravioli.
   
7-Cuocete in acqua bollente e salata, sono pronti quando salgono a galla.
8- Con un mestolo forato raccogliete gli gnudi, accertandovi che siano ben asciutti dell’acqua di cottura e portateli in una padella con dell’olio evo e della salvia già scaldati e saltateli leggermente.
9-A questo punto i vostri gnudi sono pronti per essere consumati, al naturale spolverizzati di parmaveg, o con una salsa di pomodoro classica o con una salsa formaggiosa affumicata.
10-Per la salsa di pomodoro portate a cottura il pomodoro con uno spicchio di aglio, con del sale e dell’olio evo per 10/15 minuti. Aggiungete 5/6 foglie di basilico fresco e condite i vostri gnudi.

  

  qui serviti ad un buffet come finger food

2 Responses

  1. Notevoli, complimenti sia per la ricetta che per gli scatti molto ben descrittivi 😉

inviaci un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*