Alghe Wakame, Capperi, Cipolle, Fregola, olive, Pomodori secchi, pomodoro, Preparato con ..., Primi

Fregola di mare vegan

La fregola è una piccola pasta tipica della Sardegna, costituita da piccole palline di grano duro e acqua, lavorate a mano e tostate nel forno, portata in terra sarda dai Fenici, dai Punici e dai Cartaginesi .
Le ricette piu’ tradizionali la vedono associata a sughi di pesce, ma restiamo sempre alla ricerca di alternative altrettanto gustose dove il pesce lo lasciamo felice nelle sue acque.

Ingredienti:

  • 250 gr di fregola
  • 3/4 pomodori perini per sugo di pomodoro
  • 6 olive nere
  • un cucchiaio di capperi dissalati
  • 2 spicchi di aglio
  • una fetta spessa di cipolla
  • 2 pomodori secchi
  • un cucchiaio di alghe wakame reidratate
  • 2 rametti di prezzemolo
  • 100 ml di vino bianco
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • acqua q.b. (circa 750 ml)
  • peperoncino a piacere
  • scaglie di mandorle tostate (optional)

Preparazione:

1- Sbollentate i pomodori, spellateli e frullateli in modo da ottenere una salsa.

2- Tritate finemente: mezzo spicchio di aglio, le alghe, un rametto di prezzemolo, la cipolla, i pomodori secchi e le olive.

3-In una capiente casseruola soffriggete leggermente il trito e uno spicchio di aglio intero.

4- Sfumate con il vino, aggiungete la salsa di pomodoro, cuocete a fuoco dolce per 5 minuti.

5- Togliete lo spicchio di aglio e aggiungete l’acqua in modo da ottenere un brodo che sarà il liquido dove verrà cucinata la nostra fregola.

6- Fate insaporire il brodo a fuoco dolce per 10/15 minuti e filtrate il brodo.

7- Riportate il brodo filtrato nella casseruola e raggiunto il bollore versate la fregola precedentemente lavata.

5- Cuocete la fregola per il tempo richiesto che di norma si aggira intorno ai 15 minuti. Rigirate spesso per evitare che la fregola si attacchi e regolate di acqua qualora si riducesse troppo.

6-La fregola a cottura ultimata deve restare in un brodo ristretto ma morbido (vedi foto), quindi rimestate con attenzione o eventualmente potete lasciar cuocere gli ultimi 2 minuti a fuoco spento nel liquido affinché venga assorbito e non ci sia contatto diretto con la fiamma con il rischio che la nostra fregola si attacchi al fondo. Potete aggiungere un po’ di peperoncino se vi piace, ovviamente limiterei agli adulti in presenza di bambini come ho fatto io.

7- La fregola è pronta ma assaggiate sempre per valutare la cottura. Servite calda con un trito di olive nere, del prezzemolo e a piacere delle scaglie di mandorle tostate.




inviaci un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*